Top 10 dei principi Disney

Oggi parliamo dei film Disney. Quei grandi classici della cinematografia mondiale che hanno contribuito a farci diventare le persone che siamo oggi: sani, robusti e vaccinati individui che passano la loro esistenza a scrutare l’orizzonte alla ricerca di qualcosa o qualcuno, a cantare guardando le stelle, ad avere una malsana ossessione per gli animaletti parlanti e a confondere un insulto per il grande amore.

Ma adesso anche basta parlare di me, e passiamo al vero motivo per cui ogni anno scarichiamo i torrent ci sediamo su quelle polverose poltrone al buio: loro, i principi (sì ok, non sono tutti principi ma dettagli).
Com’è come non è, qualcuno doveva prendersi delle responsabilità, uscire con coraggio tutte le sue parafilie e mettere nero su bianco quello che tutti pensiamo ma non abbiamo il coraggio di dire.

Ecco la classifica dei 10 principi Disney in ordine di bonezza.

10. Kristoff – Frozen

Taglialegna di tutto il mondo finalmente avete il vostro rappresentante. Lo sappiamo, i boscaioli tirano, e quindi Kristoff entra di diritto in classifica ma sale sul gradino più basso. Purtroppo lì rimane perché gli manca una cosa fondamentale: il fascino. Il carisma. Qualcosa da raccontare quando uscite a cena, santo cielo.

9. Hercules – Hercules

Andiamo, è il figlio del Dio di tutti gli Dei, come può non essere un buon partito? Certo, è uno scemo totale, però possiamo anche chiudere un occhio sulla sua mancanza di intelligenza: del resto ha Pegaso! Sarebbe come non uscire con uno che ti viene a prendere sotto casa con una Lamborghini Gallardo, che fai non ci vai?

8. Li Shang – Mulan

Cresciuto a wanton fritti (that’s racist!) ed educato a legnate sotto la pioggia, Li Shang non ha problemi a combattere intere nazioni a petto nudo sotto la neve della Mongolia. Ma anche i migliori sbagliano: le sopracciglia ad ali di gabbiano lo inchiodano lì, nella parte bassa della nostra classifica.

7. Robin Hood – Robin Hood

Anche voi avete un debole per i bulli dal cuore d’oro? Bravi. Robin Hood è un volpino furbino (letteralmente) che ruba ai ricchi per dare ai poveri: come ci si può non innamorare di un tipo così? Oltretutto ha quello sguardo furbetto e maliziosetto che insomma. Andiamo avanti.

6. Tarzan – Tarzan

Un corpo forgiato da corse a perdifiato e risse tra bestie e quella mascella così risoluta farebbero capitolare la qualunque. Ma soprattutto riuscite a immaginare i pazzeschi selfie di coppia che potreste spararvi con tutta quella giungla alle spalle? So 2017 aesthetic.

5. Principe Eric – La Sirenetta

Scemo. Eric è veramente un cretinetto completo, del tutto vittima degli eventi e incapace di prendere in mano le redini della sua vita. È praticamente me. Però ha quegli occhioni sognanti, quella casa a picco sul mare, quel cuore semplisce semplisce che conquistano. Poi l’ho già detto che è moro con gli occhi azzurri? HAWT.

4. Principe Filippo – La Bella Addormentata

Facciamo tanto i progressisti, ma alla fine siamo tutti figli di questa società eteronormativa e patriarcale. Principe Filippo incarna un po’ il big american dream pre 9/11: l’uomo ricco, bello, coraggioso, che va ad ammazzare draghi mentre tu sei a casa a preparare la cena (e a farti pungere dall’arcolaio). C’è tutto quel fascino lì un po’ vintage, per l’hipster dentro ognuno di noi.

3. Flynn Rider – Rapunzel

Amici accendete i motorini e fatemi vedere le vostre lingue francesi, perché inauguriamo il podio proprio con il più tamarro di tutto il gruppo: direttamente da Rapunzel arriva Flynn Rider. Avete presente il compagno di classe del liceo con la tuta Adidas, le AirMax e il Booster parcheggiato male? Lui. Una faccia da schiaffi per cui è IMPOSSIBILE non perdere completamente la brocca.

2. Aladdin – Aladdin

La sindrome della crocerossina colpisce ancora. Al secondo posto della nostra classifica arriva quel poveraccio, quello straccione di Aladdin: alimentazione povera significa praticamente massa grassa corporea pari allo 0%, quindi addominali su cui puoi spaccare le noci. Inoltre ha dalla sua un tappeto volante e soprattutto un Genio che lo trasforma nel principe Alì Ababua appena hai voglia di mille cammelli d’oro. Cosa chiedere di più?

1. La Bestia – La Bella e la Bestia

Ma in testa alla nostra classifica arriva lui, l’animale (anche l’uomo è un animale, basta con queste discriminazioni!) a cui non devi chiedere mai. La Bestia ha esattamente tutto quello che possiamo desiderare: una magione in Francia, maggiordomi che ti apparecchiano la tavola ballando, quella corazza che rivela un cuore d’oro e una criniera da pettinare tutte le sere davanti al camino. Praticamente il paradiso per tutti noi che soffriamo di una Sindrome di Stoccolma da manuale.


Non dimenticate di votarci ai Macchianera Internet Awards 2017 come “Miglior Community”. Tutte le info e la scheda di votazione qui.

Commenti via Facebook

Filodrama

Sono nato sabato grasso di Carnevale e vabbè, ho già detto tutto. Mi piacciono le montagne russe e i parchi di divertimento, la perfezione degli alberghi, le poltrone. Non mi piacciono le persone che vincono nella vita. Ho un brutto rapporto con l’entusiasmo, nel senso che non ce l’ho quasi mai e quando mi viene sarebbe meglio non averlo. Ho studiato cinema ma faccio tutt’altro, non colleziono cose simpatiche e non ho un hobby da rivendermi nelle conversazioni con la gente. Vivo a Milano, e la amo senza riserve.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: