I Top e Flop di Ciao Darwin 7

Si è recentemente conclusa la settima edizione di Ciao Darwin – la resurrezione” condotto, come ogni anno, da Paolo Bonolis e Luca Laurenti. Per fare un po’ il momento Milazzo della situazione: ma voi lo sapevate che il programma è approdato a Mediaset nell’ottobre del 1998, ispirato dalle teorie evoluzionistiche di Darwin? Inoltre lo sapevate che vi furono un sacco di polemiche per la messa in onda delle puntate con protagonisti gay e stranieri per problemi di razzismo? E infine, lo sapevate che il programma è stato contestato anche per l’utilizzo degli animali nelle prove di coraggio??? Insomma io sono un tantino PIENO di elencarvi questi fatti quindi, direi di non “Fare Melina” (cit. Bonolis) e di iniziare con i Top e Flop di questa edizione.

I MOMENTI TOP

Il Genodrome

L’introduzione di questo nuovo percorso ad ostacoli, totalmente in stile Takeshi’s Castle, mi ha solleticato a tal punto da ricercare su Youtube dei tutorial su come costruire a casa il proprio Genodrome. I prescelti alla prova vengono fatti concorrere in questa sorta di percorso ad ostacoli per far prendere punti alla squadra. Holy Roberto Cenci interviene per ricordare ai concorrenti lo scadere del tempo.

genodrome

Antartide e Antantartide

Vi basti sapere solo che stavo male. La conversazione surreale è avvenuta tra il rappresentante degli “IO SO’ IO” e quella dei “NON NON SEMO”, la difficoltà nel pronunciare il nome del Polo in questione manda il cervello dei concorrenti in pappa (tipo brodo di dado Knorr), costringendo Bonolis a correre indietro nel tempo per suggerire loro la risposta. Di sotto, la loro fuga epica dal mondo di fantasia dove si trovavano.

antanrtide

Il Bucatino

E’ nata una stella, o meglio, un PIANETA. Francesco Saverio Nozzolino, in arte “il Bucatino”, trova in Ciao Darwin il trampolino di lancio a Mediaset. Già famoso per la partecipazione a The Lady 2, non ci ha deluso nella puntata “Integratori vs Bucatini”, mostrandoci le sue doti fisiche nella prova del tempo. Evidentemente Barbarella, durante una sua serata di zapping, lo notò per poi rapirlo e renderlo un’ingombrante pedina tra lei, Di Lemme e Manuela Villa.

bucatino

I figuranti del viaggio nel tempo

Nonostante le ambientazioni quest’anno non avessero nulla che mi ha fatto gridare “WOW” o “WTF?!?” i casting per i figuranti sono stati ai limiti del porno; tra i nomi più ricercati sul web (una mano con lo sputo ed una con il mouse) ricordiamo il Marcantonio ANDEYVE VELAZQUES ma soprattutto, colui che rappresenta di più il “mainagioia” collettivo che ci contraddistingue: il cupido sdentato.

cupido

Elenoire Ferruzzi

Eh sì, perché quest’anno Ciao Darwin non si è proprio fatto mancare nulla. L’irriverente icona gay milanese ha esordito nella puntata “Carne vs Spirito” sostenendo di essere “Rifatta dalla testa ai piedi”.

elen

I MOMENTI FLOP

Gli allupati

Puntualmente presenti dagli anni 90′, si identificano per essere soggetti facenti parte alla categoria “pubblico sovrano”; si presentano quasi sempre sciatti e cessi, talvolta dotati di binocolo o occhiali per vedere le migliori tra le “phyghe” presenti in studio. Alla comparsa di Madre Natura si bloccano e si imbambolano a bocca aperta con una faccia a metà tra un post coito ed un’apparizione mariana. Il tutto riassumibile in un’unica parola: NOIA.

allupati

Il dinosauro

La gag del dinosauro gigante di gommapiuma era divertente durante la prima, la seconda, ok magari anche la terza puntata… ma alla fine appena sentivo il verso del dinosauro cambiavo canale almeno per i 10 minuti a seguire. La reaction collettiva è riportata a seguito…

   dino

esonda

La Cinese che piange

Ok, sarò io un insensibile, ma a me tutto il discorsone di Bonolis sulla diversità ed il razzismo mi è parso solo un enorme momento acchiappalikes da condividere su tutti i social. E così è stato. Non starò qui a scrivere il mio punto di vista, anche perché penso non interessi a nessuno, ma ho semplicemente trovato la scena poco adatta al contesto trash della trasmissione. Perciò… NIENTE PIANGE!

cinese

Le prove “mortali”

altro cliché ormai famoso è regalato dall’ingigantimento di Bonolis e l’allarmismo collettivo relativo alle prove di coraggio. Di per se le prove sono state semplici e non eccessivamente pericolose ma ovviamente il tutto era gonfiato dalla solita frase: “Mi ascolti attentamente per l’amor di Dio se vuole rimanere in vita”. Insomma… anche meno.

provac

Non cincischi

Le frasi motivanti di Bonolis, a metà tra una presa per il culo ed un incoraggiamento, sono diventate virali sui social. A tal punto da essere inserite in parodie di film famosi come Titanic (ho amato la scena di Jack e Rose che corrono in mezzo ai corridoi allagati tra le urla di Bonolis durante il Genodrome, per vederla andate su Trash Italiano). Ma poi, come sempre accade, il virale diventa noioso e scontato.

fine

Insomma il programma a questo giro si è concluso con ascolti soddisfacenti, tra alti e bassi che ci preannunciano un’ottava prossima edizione… io qui chiudo! A presto!

Commenti via Facebook
Mattefloxacin88

Mattefloxacin88

Mentre scrivo ho 29 anni e nella vitaguadagno il pane facendo l’infermiere. Di origini emiliane, faccio la mia apparizione dalla Riviera Adriatica circondato dalle acque come "Valeria Lo Spirito della Fonte", per arruolarmi tra i Ponza’s Angels. Mi batto affinché nessuna “trashata” rimanga nascosta o dimenticata. Sono portatore sano di Maniglie dell'Amore e di R moscia. Tra i miei superpoteri troviamo la capacità di dormire 2 ore a notte ma essere comunque fresco come una rosa ed una pazienza (quasi) infinita, gli altri li sto ancora sviluppando.
Mattefloxacin88

Latest posts by Mattefloxacin88 (see all)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: