Dell’infanzia e di altri traumi

I ricordi funzionano in maniera molto bizzarra. Pensiamo di aver dimenticato qualcosa, di aver cancellato per sempre un volto, un evento o una situazione, quando all’improvviso è sufficiente una parola o un profumo ad aprire un varco spazio-temporale in grado di catapultarci quasi letteralmente in un’altra dimensione.

I ricordi non sono altro che enigmi in attesa della combinazione giusta per essere riportati alla luce.

E quando questo succede, beh, shit happens. A volte infatti il tesoro che ripeschiamo dalla nostra memoria ci scalda il cuore. Altre volte, invece, riportiamo in vita qualcosa che meritava di rimanere celato per sempre. Ed è trauma.

C’è poco da girarci intorno: i traumi della nostra infanzia ci perseguitano e ci perseguiteranno per il resto della nostra vita. Possiamo anche aver dimenticato l’ultima figura di merda fatta sul posto di lavoro davanti al nostro capo, ma sicuramente quel senso di umiliazione che abbiamo provato il 9 marzo 1996 alle 11.45 in seconda elementare quando siamo caduti durante la ricreazione davanti a tutta la classe, quello sì che ci tormenterà per il resto della nostra vita.

Piccoli e grandi momenti traumatici che rivissuti oggi non perdono minimamente il loro carico di ansie e paranoie: non importa quanto ci sentiamo realizzati (ma_chi.gif) o in pace con noi stessi, i traumi di quando eravamo piccoli rivivono ferocemente anche oggi. Possiamo riderci sopra, ma non possiamo di certo dimenticare.

Cosa ha segnato la nostra infanzia? Quali sono i ricordi che il tempo ha trasformato in spaventose leggende metropolitane all’interno della nostra testa?

Cerchiamo insieme una valvola di sfogo a tutte le nostre paranoie nella puntata 3×03 di Pazzesco, andata in onda domenica 8 ottobre su Radio Stonata.

Recupera subito il podcast!

 

Ci trovi anche su Apple Podcast: iscriviti e, se ti va, lasciaci 5 stelline (puoi farlo anche se ti facciamo schifo, tanto che te frega!)

Puoi inoltre ascoltare tutte le canzoni che abbiamo trasmesso durante lo show seguendo la nostra playlist su Spotify o quella su Apple Music. Insomma, non hai davvero più scuse per non diventare un Pazzesco anche tu!

Pazzesco è il grande varietà di Radio Stonata:
in onda tutte le domeniche a partire dalle 19.30.
Ti aspettiamo!

 


Se non vuoi perdere tutti gli aggiornamenti del nostro blog che ha sempre tante cose da dire, seguici anche sul canale Telegram del Signorponza Blog!
Commenti via Facebook

Filodrama

Sono nato sabato grasso di Carnevale e vabbè, ho già detto tutto. Mi piacciono le montagne russe e i parchi di divertimento, la perfezione degli alberghi, le poltrone. Non mi piacciono le persone che vincono nella vita. Ho un brutto rapporto con l’entusiasmo, nel senso che non ce l’ho quasi mai e quando mi viene sarebbe meglio non averlo. Ho studiato cinema ma faccio tutt’altro, non colleziono cose simpatiche e non ho un hobby da rivendermi nelle conversazioni con la gente. Vivo a Milano, e la amo senza riserve.

Latest posts by Filodrama (see all)

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: