Tua mamma veste Prada s01e05 – Lo shock di quando ti piacciono le Superga della Ferragni

Senza alcun preambolo, vi dirò subito che le scarpe sono state indubbiamente il leit motiv della mia settimana, sia personale che lavorativa. Non so cosa questo significhi con esattezza (anzi sì, infatti leggo di sfuggita, testualmente, che “la scarpa e il gesto di infilarla possono simboleggiare il rapporto sessuale o il desiderio di questo”, maschio alfa mi leggi?).

Nel week end ho dato vita al peggio di me, acquistando non una, non due, bensì tre paia di scarpe, tra le quali un paio di Agua del Carmen che credo non indosserò mai ma riporrò nella teca per mostrarle ai nipoti e alle generazioni a venire (“Amore, la nonna non scopava, conosci già il termine ‘surrogato’?”).

Ma forse, a ben vedere e ben frugando nella più vile pissicologia freudiana, stavo cercando di surrogare, anche qui, la tremenda voglia di acquistare il frutto della perversa capsule tra l’insalata bionda e Superga. Quando ho saputo che la blondie aveva rivisitato le intramontabili sneaker, inevitabilmente non ho potuto fare altro che iniziare a sogghignare sommessamente. Ero certa, ancora più certa della mia fede nel carboidrato, che fossero oscene. Le immaginavo orribili, zeppate, fiorate, borchiate, quel misto tra lo zarro e il fighetto, in una parola: immettibili. E invece, ecco arrivare il pugno in faccia della sorpresa non desiderato: le scarpe non sono poi così tremende (step 1), le scarpe sono carine, dai (step 2), le scarpe le devo avere ora (step 3 immediatamente precedente all’acquisto). Per riprendermi dallo shock ho subito dovuto osservare la campagna pubblicitaria della Ferragni, in cui è più photoshoppata di me nelle foto profilo facebook, con questa tenda arancione drappeggiata, la coscia non ben definita, insomma un’immagine direi soddisfacente per tutte le sue haters.

Superga_Ferragni

A dare totalmente la merda alle sue Superga, è arrivata comunque la notizia che Carrie Bradshaw, cioè volevo dire Sarah Jessica Parker, firmerà a breve una collezione in piena sintonia con il pezzo grosso di Manolo Blahnik. Inutile dire che a riguardo ho aspettative più forti del finale di Dawson’s Creek, di quando eravamo lì lì per sapere il vincitore di The Voice, di quando il mio migliore amico si è finalmente deciso a fare coming out, di quando la mia migliore amica ha sparato fuori il primo figlio. Dopo anni e anni che SJP ne indossa un paio da 3000 dollari a puntata,  il minimo che adesso possa fare è sfornarci scarpe, ma che dico scarpe, gioielli, sculture, opere d’arte da permettermi di tirare fuori dalla teca anche le Agua del Carmen e risparmiare ai miei nipoti lo sbatty di ascoltare la storia dei surrogati. 

Sarah Jessica Parker_Manolo

Per il resto la mia vita prosegue come quella di una poraccia, che in vista dell’estate con una mano si spalma il culo di Rilastil e con l’altra mangia l’ennesimo cono gelato, che controlla spasmodicamente l’app del conto corrente sperando che le Agua del Carmen non salgano mai, e che alle ore 21.21 di un simpatico lunedì sera è ancora bloccata alla sua scrivania. Adesso vi saluto che devo inserire i 60 grammi di petto di tacchino che ho appena mangiato con 5 gallette di mais su Shape Up, l’applicazione la cui scoperta mi ha cambiato la vita e spero mi cambierà anche il diametro coscia. Una volta uscita, chiaramente, mi dirigerò alla prima gelateria sulla via del ritorno. D’altra parte, anche l’interno coscia della mia omonima mi sembra poco definito, voi che dite?

Tua mamma veste Prada

[Le puntate precedenti di Tua mamma veste Prada]
[Chiara Ferraglia su Twitter]

[Mandaci in NOMINESCION!]

Commenti via Facebook

Chiara Ferraglia

Quello che dovrete sapere di me ve lo imparerò strada facendo: vi basti sapere, come tratti salienti, che negli anni ho sviluppato una dipendenza nei confronti della liquerizia, che disprezzo a prescindere chiunque dica 'melenzane' e che provo un sentimento ambivalente nei confronti di qualsiasi cosa.
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: